CHI SONO

Sono Roberto Tartaglia, nato il 25 luglio 1977, giornalista e, dal 2009, scrittore indipendente. Da sempre animo irrequieto e sensibile all’arte. All’età di 6 anni ho iniziato a studiare solfeggio e clarinetto.

Dopo 12 anni di studi e pratica in un’orchestra ho studiato canto dal compianto tenore Gabriele De Julis e ho dato vita a una crossover band, “The bad sinners”, che ha scalato le vette di Vitaminic a livello mondiale.Nel corso degli anni ho studiato anche arti marziali, conseguendo l’oro al torneo intercontinentale di kung fu nel 2002 e al campionato italiano nel 2003.

La scrittura, però, è sempre stata la mia vera passione e fonte di grandi soddisfazioni.

Il lavoro di giornalista mi ha permesso, sinora, di entrare in contatto e intervistare personaggi dello spettacolo, come l’attore/regista Clemente Pernarella, il grande Roberto Vecchioni, protagonisti della cronaca nazionale come l’ex comandante dei RIS di Parma, Luciano Garofano, e personaggi di fama mondiale come il professor Yuri Bandazhevsky, primo uomo a sfidare i poteri forti e a rendere noti al mondo i segreti del disastro di Chernobyl.

Il mestiere di scrittore, invece, mi ha dato modo di pubblicare, dal 2007 ad oggi, diversi racconti con l’editoria tradizionale, di essere finalista in diversi concorsi di scrittura e selezionato per partecipare alla stesura di opere in occasione di importanti ricorrenze, come i 150 anni d’Italia e la Giornata Mondiale UNESCO del Libro e del Diritto d’Autore.

Ho avuto modo anche di scrivere nelle stesse antologie di grandi del calibro di Maria Luisa Spaziani, Leandro Castellani, Pedro Casals, Andrea Carlo Cappi, Paola Barbato, Andrea Pinketts, Ben Pastor e tanti altri. Davvero grandi soddisfazioni e ottime occasioni di crescita, non solo professionale, dato che con alcuni di loro ho stretto anche rapporti personali.

Nel 2009, a seguito di una serie di delusioni ricevute dall’editoria tradizionale, però, ho deciso di pubblicare il mio primo romanzo, “Casus belli”, in self publishing. Risultato: 5 mila copie in circa 6 mesi.

Da allora ho deciso di diventare a tutti gli effetti uno scrittore indipendente. Senza casa editrice, senza direttive editoriali e limiti contrattuali. Libero di scrivere ciò che voglio, quando e come voglio. Un’emozione unica!

Nel frattempo mi sono detto: “chissà quanti altri autori e autrici ci saranno, in giro, che, come me, hanno intenzione di percorrere questa strada, ma non sanno come fare”.

Così, ho deciso di creare anche il progetto Vivere di Scrittura: per aiutare questi nuovi talenti a percorrere l’emozionante cammino dell’autopubblicazione e dell’autopromozione. Se vuoi saperne di più e ricevere gratuitamente le guide di Vivere di Scrittura, iscriviti alla newsletter sul sito viverediscrittura.it.

Presi anche a studiare all’università, Scienze e Tecnologie della Comunicazione, per la precisione. Ma, dopo il primo anno, decisi di lasciare, nonostante avessi una buona media.

Perché?

Perché dovetti discutere con quasi tutti i professori. Anziché valutare la mia comprensione della materia d’esame, erano più interessati a valutare che i miei libri (scritti da loro) fossero sottolineati e che la mia memoria funzionasse bene (controllando che ricordassi i nomi di tutti i personaggi elencati nei libri).

Ma io non mi ero iscritto a un quiz show di Mike Bongiorno!

Comunque, la goccia che fece traboccare il vaso fu un laboratorio di scrittura narrativa, tenuto attraverso slide Power Point con errori grammaticali (come “né” e “dà” senza accento). A quel punto pensai seriamente che fosse il caso di investire il mio tempo e il mio denaro in qualcosa di più utile.

Un sistema estremamente e forzatamente nozionistico, privo di reale valore e fondato su logiche che nulla hanno a che vedere con ciò che considero il vero insegnamento. Così è apparsa, ai miei occhi, l’università italiana. Chiaro, è solo una mia visione dei fatti, ma questa esperienza mi ha spinto lontano da quell’universo.

In fondo, se anche Steve Jobs, Mark Zuckerberg, Roberto Benigni, Dario Fo, Eugenio Montale e tanti altri sono riusciti a vivere e a fare grandi cose senza laurea, vuol dire che è possibile. Proviamoci…

Nel 2014, supero il test d’accesso e divento membro del MENSA – THE HIGH. I.Q. SOCIETY (http://mensa.it/).

Tutto qui.

Leggi anche BIOGRAFIA SEMISERIA DI UN TOURETTICO

Membro del MENSA - THE HIGH. I.Q. SOCIETY
0%
Giornalista pubblicista regolarmente iscritto all'Ordine dei Giornalisti.
0%
Coach membro della ICF - International Coach Federation (ID: 009143831I), formatosi presso la Advanced Coach Academy di Giovanna Giuffredi.
0%
Certificato Web Marketing e Social Media Specialist con Madri Internet Marketing.
0%
Certificato NLP Master Practitioner con la Extraordinary Srl a firma di Richard Bandler.
0%
Formato con Il Sole 24 Ore in Pubblicità Digitale e Direct Marketing.
0%
Formato con Il Sole 24 Ore in Media Relations e Digital PR.
0%
Formato con Il Sole 24 Ore in Web Writing e Organizzazione Eventi.
0%
Specializzato in content curation, content marketing e personal branding con Robin Good.
0%
Specializzato in scrittura giornalistica e narrativa con la Scuola Holden.
0%
Specializzato in Digital Storytelling & Digital Content Marketing con Scuola Holden.
0%
Specializzato in comunicazione non verbale con il Paul Ekmann Group.
0%
Specializzato in sceneggiatura con Tunué.
0%
Specializzato in criminologia e criminalistica con il criminologo Carmelo Lavorino.
0%

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *